Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
10:37 am - lunedì Ottobre 14, 2019

Spaccio sul litorale, giovane marocchino in carcere

833 Viewed redazione 0 respond

Il nucleo di polizia economico-finanziaria di Massa Carrara ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Lucca nei confronti di un cittadino marocchino, J.O. di 25 anni, per spaccio continuato di sostanze stupefacenti. Dedito principalmente allo spaccio di cocaina, operava in tutto il litorale versiliese ed apuano, rendendosi disponibile, per la sua clientela, a tutte le ore del giorno e della notte.

Inizialmente, J.O. era stato tratto in arresto dai militari del nucleo nel mese di marzo a Viareggio, in flagranza di reato, poiché sorpreso nell’atto di cedere alcune dosi di cocaina ad un consumatore abituale. Dopo pochi giorni di detenzione lo stesso era stato rimesso in libertà con il solo di obbligo di firma, ma dalle indagini svolte dalle fiamme gialle è emerso che l’attività di spaccio proseguiva inesorabilmente, risultando intensificata nel periodo estivo.

Il “modus operandi” era molto semplice e consentiva allo spacciatore di limitare il rischio di controlli da parte delle forze di polizia. Lo stesso, infatti, si faceva chiamare qualche minuto prima dai suoi clienti su un’utenza telefonica “dedicata” per poi fissare il luogo dell’appuntamento tra quelli conosciuti dai vari clienti, variandoli appositamente ogni volta, nel tentativo di evitare di imbattersi in pattuglie nei luoghi di incontro più noti alle forze dell’ordine.

Le indagini delle fiamme gialle, coordinate dalla Procura della Repubblica di Lucca, sono durate alcuni mesi ed alla fine hanno consentito di raccogliere gli elementi di prova necessari al Tribunale di Lucca per emettere un provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti del cittadino marocchino. Appena emessa l’ordinanza del Tribunale di Lucca, una pattuglia del nucleo di polizia economico-finanziaria di Massa ha rintracciato il catturando a Genova, dove, in questo periodo, si recava per ottemperare ad un obbligo di firma, proprio presso un ufficio di Polizia. Dopo le formalità di rito, lo stesso è stato associato al carcere di Genova Marassi.

Nel corso dell’attività di indagine, la guardia di finanza ha individuato oltre 80 clienti di J.O. ai quali lo spacciatore cedeva dosi fino ad un grammo di cocaina, arrivando a venderne fino a 20-25 grammi ogni giorno per un ammontare complessivo di stupefacente dal valore di oltre 150 mila euro. Il servizio rientra nelle attività di carattere investigativo disposte dalla guardia di finanza per contrastare l’accumulo di profitti legati a traffici illeciti di varia natura.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

Pontremoli la cerimonia di consegna del “Premio Eccellenza al Femminile”

Da giorni senza dialisi: salvato all’ospedale di Pontremoli

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!