Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
7:34 am - domenica Agosto 25, 2019

Riorganizzazione compiti medico 118 e relativo Rischio Organizzativo e Rischio Clinico. Proclamato lo stato di agitazione

462 Viewed redazione 0 respond
Spread the love

Riorganizzazione compiti medico 118 e relativo Rischio Organizzativo e Rischio Clinico. Proclamato lo stato di agitazione-

I medici del 118 che sono già molto pochi vedi a Massa Carrara verranno impiegato sia nel servizio territoriale

che nei pronti soccorso? Stando alla nota inviata dal sindaco Snami all’Assessore alla Salute Dr.ssa Stefania Saccardi, al Presidente dell’Ordine dei Medici di Firenze, alla Direzione 118 Firenze Soccorso, Dr.ssa Lucia De Vito tanto da proclamare lo stato di agitazione.
La presente O.S. SNAMI – si legge nella nota- ha inviato una all’Assessore alla Salute Dr.ssa Stefania Saccardi, al Presidente dell’Ordine dei Medici di Firenze, alla Direzione 118 Firenze Soccorso, Dr.ssa Lucia De Vito e ad altri in quanto è venuta a conoscenza dell’incipiente riorganizzazione del servizio del personale medico del 118 da utilizzare nello stesso orario di servizio sia in automedica territoriale che in DEA PS a partire dal 1° agosto p.v. (per ora si parla della postazione pilota regionale Ospedale Serristori Figline Valdarno ma nelle linee della Regione si punta ad estendere “l’esperimento” anche della Regione, non esclusa la provincia di Massa-Carrara) proclama lo stato di agitazione e denuncia :
1) E’ comportamento antisindacale impiegare contemporaneamente il personale medico del 118 in due attività lavorative diverse, regolate da contratti diversi, entrambe con notevole impegno operativo ed esponendo il medesimo personale a gravi ricadute sui servizi con aumento di rischio clinico sia degli operatori, che sicuramente risentirebbero dello stress lavorativo, che dei pazienti, che avrebbero percezione di alterazione nel rapporto col medico. Fra l’altro in forte contrasto con quanto previsto dagli Accordi di settore sia a livello nazionale che locale.
2) SNAMI non è contraria all’utilizzo dei medici del 118 sia sul territorio che in DEA PS a condizione però che tale utilizzo non debba e non possa avvenire in contemporanea.
3) Laddove in passato è stato sperimentato un modello di lavoro contemporaneo (Es. Empoli), tale modello è fallito ed è stato interrotto per le conseguenze sulla qualità dei servizi (gravi ritardi sui tempi di intervento territoriali etc..).
4) SNAMI considera arrogante e di nuovo antisindacale il comportamento da parte dei Dirigenti del servizio 118 a livello regionale che, non conoscendo gli obblighi negoziali, hanno portato avanti un progetto senza consultarsi con i Sindacati di settore medici, infermieristici e degli operatori sanitari e ne richiede le dimissioni dall’incarico non essendo gli stessi adatti alla funzione che svolgono.
Sentite le assemblee degli iscritti, preso atto delle posizioni espresse dagli operatori, il Sindacato SNAMI comunica che in caso di mancata revisione e sospensione di quanto previsto provvederà all’immediata proclamazione dello stato di agitazione e laddove non sia possibile raggiungere un’intesa, che comunque il Sindacato auspica, a dichiarare sciopero, riservandosi di segnalare alla Procura, tramite I propri Legali , le conseguenze del servizio sulla cittadinanza e sugli operatori, oltre alla segnalazione del comportamento antisindacale.
Dr Gianluca Maccioni
Segretario Regionale SNAMI Toscana

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

MASSA,Accordo ASL e sindacati: sono in arrivo i primi 14 infermieri e OSS per rinforzare gli organici

CARRARA,la prossima settimana affidati i lavori per la risonanza magnetica

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!