Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
3:22 pm - venerdì Agosto 23, 2019

Pasquetta nel Borgo di Corneda: arriva il Capodanno Toscano

457 Viewed redazione Commenti disabilitati su Pasquetta nel Borgo di Corneda: arriva il Capodanno Toscano
Spread the love

Lunedì 22 Aprile, nel giorno di Pasquetta, il Borgo di Corneda si popola di arcieri ed armigeri, che si sfidano a singolar tenzone, nel centro storico riqualificato quale area mercatale, per tutto il pomeriggio.
Musici suonano per le strade di sasso, fra le case in pietra, danzatori si muovono sulle loro note, sbandieratori colorano le vie del Borgo di Corneda.

Laboratori didattici di antichi arti e mestieri della Lunigiana riportano i visitatori indietro nel tempo, al Capodanno Toscano, quando venne istituito il calendario gregoriano.
In precedenza infatti il Capodanno veniva celebrato in primavera: per festeggiare questa ricorrenza la Regione Toscana ed il Comune di Tresana con la collaborazione della Pro Loco di Tresana e della Compagnia del Piagnaro, vestono a festa il Borgo di Corneda.
Questi gli orari del Capodanno Toscano:
– ore 10 apertura dei mercatini nel Borgo di Corneda;
– ore 13 pranzo con prodotti poveri della Lunigiana;
– ore 15 arcieri, armigeri, musici e danze in costume.
“Si tratta di un’iniziativa di grande valore culturale – afferma Claudia Vannini, Delegato alla Cultura del Comune di Tresana – che sarà possibile grazie alla collaborazione di Associazioni del territorio, quali la Pro Loco di Tresana, che ha ottenuto un importante finanziamento regionale, ma anche alla Compagnia del Piagnaro ed alla Pro Loco di Pontremoli che ci aiuteranno ad allestire il Borgo di Corneda”.
Saranno circa venti gli artigiani che prenderanno il posto sul pavimento in sasso, composto da 40.000 sampietrini posati a mano: “Un’area marcatale dove per la prima volta saranno posizionati gli artigiani, che esporranno le loro produzioni: giocattoli in legno per bambini, gioielli antichi, ceste di vimini, ma anche prodotti enogastronomici quali birra artigianale e cibi poveri del territorio, dal castagnaccio al miele, dal pane ai formaggi”.
Un tuffo nel passato, con le antiche insegne di Tresana realizzate dalla popolazione di Corneda ad arredare il Borgo: dai Malaspina ai Corsini, dal ramo secco alla torre di Tresana”

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.

Massa,Gli auguri pasquali del vescovo Santucci

Koons accademico d’onore a Carrara

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!