Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
1:59 pm - sabato Luglio 20, 2019

Massa,”Sei solo mia”. Stalker a processo

425 Viewed redazione 0 respond
Spread the love

Ha trovato la forza di reagire. Di dire basta, di alzare la testa e mettere la parola fine all’incubo in cui l’aveva fatta precipitare l’ex compagno. Impossibile continuare a sopportare quel vortice fatto di pedinamenti, minacce e aggressione

subite da chi continuava a dirle di «amarla». Ma dove c’è la violenza non può esserci sentimento, ma solo voglia di prevaricare, di possedere morbosamente così come faceva Alessandro L. 50 anni, nei confronti della ex compagna, di 15 anni più giovane.

Non ne poteva davvero più delle sue angherie e alla fine ha deciso di denunciarlo per stalking, reato con cui il 50enne dovrà affrontare un processo così come ha disposto ieri il giudice per le udienze preliminari Marta Baldasseroni, accogliendo la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla procura. Nell’udienza di ieri a sostenere l’accusa era il pubblico ministero Alberto Dello Iacono: il processo inizierà il 3 settembre davanti al giudice monocratico. La donna (un’operaia residente Massa) da parte sua ha deciso di non costituirsi parte civile nei confronti del suo aguzzino con cui aveva avuto una storia alcuni mesi fa: una scelta dettata a quanto pare dall’intenzione di non voler calcare troppo la mano con l’uomo con cui ha condiviso una parte della sua esistenza. Tutto procedeva bene fino a quando lei ha deciso di mettere fine a quel rapporto, così come avviene in tante coppie.

Non pensava di certo alla reazione inconsulta del compagno a quanto pare per nulla intenzionato a terminare la storia con lei. Così in un crescendo rossiniano ha iniziato a tormentarla in maniera sempre più pesante, prima con pedinamenti, poi telefonate, sms. Col passare del tempo ha deciso di alzare il tiro come a voler aumentare la «pressione» sulla sua vittima. Episodi raccontati dalla ragazza nelle sue denunce presentate contro l’ex compagno accusato di averla prima pedinata da lontano per poi passare alle maniere forti: l’avrebbe così strattonata più di una volta.

In un’altra occasione ha raccontato di esserselo trovato davanti all’improvviso. «Mi ha afferrato per la giacca e strattonato». Per lei era diventato un problema anche solo uscire di casa per andare a lavorare, al punto da essere costretta a chiedere al padre di accompagnarla. Era terrorizzata all’idea di veder sbucare da qualche stradina quell’ex diventato così opprimente, molesto, violento. Alla fine ha lo denunciato facendo così scattare la procedura di protezione nei suoi confronti prevista in questi casi, mentre sulla base del suo racconto la procura ha chiesto il rinvio a giudizio per il 50enne accusato di stalking. Accuse di cui ora dovrà rispondere in un processo.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

MARINA DI MASSA. UNO SPECIALE MACCHINARIO CHE TRATTA IL LAVARONE SEPARANDO IL RIFIUTO DALLA SABBIA.

Fosdinovo, Prevenzione Terremoti, 474mila euro dalla Regione La soddisfazione del consigliere regionale Giacomo Bugliani e del sindaco Camilla Bianchi

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!