Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
6:41 am - domenica Agosto 25, 2019

MASSA,NUOVO REGOLAMENTO URBANISTICO

763 Viewed redazione 0 respond
Spread the love

NUOVO REGOLAMENTO URBANISTICO
sono in molti a rivendicare i meriti dell’ adozione Nuovo Regolamento Urbanistico, ma il merito, quello vero e concreto va esclusivamente a chi ha votato favorevolmente e non ai gruppi consiliari del Centro Sinistra che vergognosamente si sono astenuti ed alcuni hanno persino votato contro.

La vera contraddizione politica si è consumata con la posizione dell’ex Sindaco Volpi, il quale nell’ intervento ha prima rivendicato la paternità dell’impianto Urbanistico e poi al voto finale si è astenuto.
Per questo, la città deve ringraziare il Sindaco Persiani e la maggioranza che in coerenza con quanto dichiarato in campagna elettorale, ha accelerato il percorso per evitare rischi di paralisi. Siamo e lo dico con orgoglio, una maggioranza compatta e responsabile alla quale non interessano i meriti, ma i fatti e la nostra parte l’abbiamo svolta molto bene. Gli altri hanno solo pasticciato, infatti, a noi è toccato l’onere di modificare parte del regolamento approvato dal precedente Consiglio Comunale, compreso il riallineamento delle votazione delle controdeduzioni alle osservazioni che in parte erano in netta contrapposizione fra loro, ciò perché il consiglio votò le controdeduzioni degli uffici tecnici anche centinaia di volte per notte, a casaccio, probabilmente senza neanche leggerne il contenuto. Roba da pazzi, anzi che da merito…
Bisogna anche considerare che per l’attuale amministrazione questo piano non è il massimo , anche se speriamo in un netto recupero dell’ edilizia attraverso gli interventi sull’ esistente , quelli di tipo familiare, ampliamenti, frazionamenti, elevazione dei sottotetti ecc… ma sopratutto L’ impegno è quello di migliorarlo nella sostanza, perché è sicuramente privo di un cuore che possa garantire uno sviluppo concreto del territorio dal punto di vista turistico,sociale, sanitario e culturale.
Se il Piano Detti ,all’epoca era stato il frutto di una filosofia urbanistica degli anni 70, l’attuale deve rappresentare non solo le nuove istanze urbanistiche, ma lo sviluppo del territorio attuale e futuro e quindi la risposta non potrà che essere quella di consegnare alla città un ulteriore adeguamento del regolamento approvato e quindi l’avvio di un percorso che ci porti verso l’elaborazione del Nuovo Piano Strutturale.
Cosa cambierà ? Rispetto al passato cambieranno molte cose. Pensate che negli anni precedenti il territorio è stato oggetto d’ interventi edilizi massicci, in netto contrasto con lo stesso strumento Detti,frutto di varianti e numerosissimi abusi diffusi, che, hanno di fatto, impedito la realizzazione di importanti infrastrutture. In questo modo, il Centro Sinistra ha perseguito una politica urbanistica che ha mirato esclusivamente agli interventi ad hoc,fatta su misura per singoli imprenditori e cittadini e la residua parte del territorio è rimasta completamente bloccata nel suo sviluppo, perché priva dei necessari strumenti di pianificazione e questo è il motivo principale per cui il comprensorio si è sviluppato a macchia di leopardo, con pesanti insediamenti edilizi,le cui conseguenze volumetriche sono ricadute nella residua parte del territorio non edificato. Attualmente queste scelte sbagliate hanno trasformato la nostra città in un cimitero, per tutti basti pensare all’area Gesco, oppure al grande cantiere abbandonato nel cuore della città adiacente al ponte che collega la città con Castagnola, le colonie . Quindi, ritornando al nuovo strumento , intendo sottolineare che pur migliorativo e moderno rispetto al precedente, la filosofia che sottende il progetto Urbanistico è carente sul piano propositivo, manca di idee per la città,non garantisce un progetto sostenibile ed è quasi privo di identità. Per questi motivi dovremmo lavorarci ancora tanto, ad iniziare dal confronto con la cittadinanza da sviluppare in modo trasparente e leale, dalla rivisitazione delle osservazioni non accolte dal precedente Consiglio Comunale per rendere partecipativa la città ai progetti del futuro e respingendo richieste ed interventi ad hoc come era solito a fare il centro sinistra, per accogliere invece e prendere in considerazione le proposte ed i progetti migliorativi che consentiranno uno sviluppo del territorio ed un miglioramento dei servizi per la cittadinanza.
Massa, li 02/08/2019
Distinti saluti

STEFANO BENEDETTI
A NOME DEL GRUPPO CONSILIARE
DI FORZA ITALIA

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

MASSA,Festa Lega Toscana a Massa

Perché ai partiti conviene andare al voto ora

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!