Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
3:58 pm - domenica Maggio 21, 0919

Illegalità sui bus, uno spot degli studenti dell’Alberghiero per sensibilizzare

542 Viewed redazione Commenti disabilitati su Illegalità sui bus, uno spot degli studenti dell’Alberghiero per sensibilizzare

C’è quello che acquista il biglietto ma non lo timbra, sperando di poterlo riutilizzare per un’altra corsa. C’è quello che addirittura non lo compra e appena vede il controllore si catapulta fuori.

C’è chi ha l’abbonamento scaduto, ma prende comunque l’autobus sperando che non salga il controllore, o chi aspetta la prossima fermata se lo intravede. E poi c’è chi non ha rispetto del mezzo pubblico e lo riempie di scritte e cartacce.

Lo scopo del progetto “Fermata d’autobus”, a cura della Cooperativa Itinera e in collaborazione con Ctt Nord, è proprio quello di evitare questi comportamenti diffusi soprattutto tra i più giovani. Il progetto, rivolto agli istituti delle scuole superiori, coinvolge 20 classi nelle province di Lucca, Massa-Carrara, Pisa e Livorno. A Massa sarà la classe 3 CA dell’Istituto Alberghiero G.Minuto a creare lo spot di sensibilizzazione scegliendo tra quattro argomenti: multiculturalità e integrazione, sicurezza a bordo e a terra, generazioni a confronto, legalità e rispetto delle regole, vandalismo ed evasione tariffaria.

I ragazzi nei giorni scorsi sono saliti sugli autobus e hanno intervistato gli utenti cercando di capire alcuni aspetti della mobilità urbana, le modalità di comportamento, le richieste, le difficoltà e le necessità di chi viaggia. Le osservazioni e le riflessioni scaturite da questo lavoro hanno portato i ragazzi alla stesura della sceneggiatura che ha fatto da base per lo spot video riguardante la promozione del trasporto pubblico.

Le riprese, curate direttamente da Virginia Chirici di Itinera, si sono svolte questa mattina davanti alla fermata dell’autobus del Noa: il protagonista principale è un mago che salendo improvvisamente sul mezzo, riuscirà a rimediare alla situazione di degrado e ai comportamenti sbagliati da parte degli utenti. Il taglio del video verrà poi messo a disposizione di tutti sui social e sui siti web entro la fine dell’anno scolastico, con l’obiettivo di “educare giovani e non ad un corretto utilizzo del mezzo pubblico – ha spiegato Bruno Bastogi di Ctt – regole come queste non sono e non vanno vissute come un’imposizione. Dalla più piccola alla più grande, tutte insieme, rappresentano il risultato del patto sociale che garantisce libertà e dignità al singolo individuo”.

“Hanno fatto tutto da soli, dal copione ai costumi – ci hanno raccontato le insegnanti – E’ un modo per far imparare loro cosa vuol dire rispetto del prossimo e dei beni materiali in termini concreti, sperimentando e vivendo in prima persona esperienze come questa”.

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

Larve nella minestra: sgradita sorpresa per i bambini della mensa della scuola Gentili di Fossola

Difesa del suolo, oltre 2 milioni e mezzo di euro a Massa e provincia Bugliani: “Ancora investimenti cruciali della Regione per il nostro territorio

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!