Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
10:35 am - lunedì Ottobre 14, 2019

Beni Comuni, approvato il regolamento che fa “imbestialire” la minoranza

827 Viewed redazione 0 respond

Si chiama “regolamento di collaborazione tra cittadini attivi e Comune” e mette al centro la cura, la gestione e la valorizzazione dei beni comuni urbani. Lunedì è stato approvato dal consiglio comunale di Massa malgrado alcuni passaggi istituzionali ritenuti “inaccettabili” dalla minoranza, che ha deciso di abbandonare l’aula.

A ripercorrere quanto accaduto lunedì è la consigliera comunale del Movimento Cinque Stelle, Luana Mencarelli, che fa una premessa: “Il relatore del documento doveva essere il sindaco Persiani – dice – ma in questi mesi di discussione non si è mai presentato in commissione, così in consiglio ho chiesto una sospensiva di una settimana”. La proposta di sospensiva viene accolta favorevolmente dal primo cittadino, al contrario della sua maggioranza che rifiuta di concedere più tempo per approfondire il contenuto dell’atto. Ma in aula l’atmosfera si fa calda e viene messo in mezzo anche il dirigente Massimo Dalle Luche chiamato a dare un parere sugli emendamenti presentati. Un battibecco lo vede coinvolto con il consigliere comunale Luca Guadagnucci (Lega) e una pausa rimescola le carte in tavola: alla fine gli emendamenti vengono respinti e il regolamento viene approvato così com’è. Un passaggio definito “svilente” dai consiglieri di minoranza che decidono quindi di abbandonare l’aula ritenendo “buttate” le tante ore trascorse nell’ultimo anno di amministrazione in commissione affari istituzionali, a discutere di come migliorare il testo.

Nel merito dell’atto, la Mencarelli spiega: “Il regolamento non ha avuto possibilità di essere discusso perché la maggioranza aveva fretta di approvarlo”. Ipotesi che potrebbe trovare una ragione nel fatto che la mozione che annunciava il regolamento, approvata il primo di aprile scorso, impegnava la giunta a “redigere entro 4 mesi” un documento per regolare dei patti di collaborazione con i cittadini. I tempi, quindi, lunedì potrebbero essere apparsi per quello che erano: stretti. E il rischio, politico, era quello di disattendere un impegno preso dalla stessa maggioranza. La mozione era stata infatti presentata dalla lista Persiani Sindaco.

Ma non è tutto: “Nel documento non viene pronunciato il ruolo del consiglio comunale, la parola “rigenerazione” è stata sostituita con “valorizzazione”, si mettono in gestione anche “beni di terzi” ed è un regolamento dai confini labili che demanda agli uffici una facoltà che potrebbe essere discriminatoria. E’ stato rimosso il concetto di tutela per le generazioni future e ci sono molte altre cose che avrei voluto approfondire come la parte in cui si legge che il patto di collaborazione “riconosce gli interessi, anche privati” dei cittadini”.

Mercoledì è stata indetta una conferenza stampa da tutta la minoranza, spiega la Mencarelli, per contestare il “rifiuto di ogni rispetto istituzionale e democraticità” dimostrato in sede di consiglio. Attraverso Facebook, la pentastellata si sfoga: “Non so più come difendere i vostri interessi: si può agire contro la protervia e un sindaco senza leadership? “

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

Superbatterio New Delhi e stato diffusione infezioni, Marchetti (FI) «Monitorare non basta, via ad azioni di contrasto incisive»

Torna “Speciale TG”di Antenna3 -giovedi ore 21.30 incontro con il Sindaco di Massa Francesco Persiani

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!