Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
1:06 pm - lunedì Giugno 17, 2019

Amministrazione Persiani verso la cancellazione della ztl nel centro di Massa, “Massa città in comune” chiede spiegazioni e responsabilità

308 Viewed redazione 0 respond

Sarebbe stato un suggerimento del sindaco di Massa, Francesco Persiani, dato ad un gruppo di negozianti del centro, a dare il via alla raccolta firme sostenuta dai commercianti di Massa con la quale viene richiesta la cancellazione della Ztl dal centro città.

“ Non c’è mai fine al peggio.” È stato il commento del gruppo di Massa Città i comune che ha fatto sapere: “Crediamo che l’amministrazione di Massa debba rendere pubblico il progetto di cancellazione della ZTL spiegandone le ragioni. E’ necessaria sui temi ambientali maggiore trasparenza, perché la qualità dell’aria che tutti noi respiriamo è concausa di patologie polmonari

che sono ben presenti nelle statistiche della nostra comunità.Purtroppo alcuni soggetti ciclicamente spingono verso un ritorno al passato, incolpando di ogni difficoltà il divieto all’utilizzo delle auto in centro. Questi soggetti non riescono a vedere che la gran parte dei fondi commerciali, anche fuori dalla ZTL, è sfitto e le difficoltà che colpiscono il commercio sono dovute a ben più profonde problematiche di ordine economico.”

Secondo Massa città in comune, l’operazione rivelerebbe la scarsa sensibilità ambientale della destra che governa la città e di una parte dei commercianti che non si espongono mai pubblicamente a difesa dell’ambiente. “La paventata distruzione del Parco degli Ulivi, il ritardo nel rendere pubbliche le analisi di falda, la mancata vigilanza sugli abbandoni diamianto, sugli sversamenti di marmettola, la scarsa pulizia delle periferie cittadine – hanno ribadito da Massa città in comune – sono solo alcuni esempi di normale degrado che segnalano la totale assenza di una cultura ambientale. In comuni come Lucca o Pietrasanta,il centro storico chiuso alle auto non riduce il ruolo del commercio anzi lo amplia anche con un turismo che si apre alle tematiche ambientali; se a Massa questo non accade vuol dire che nel nostro comune ci sono delle caratteristiche ben specifiche che lo impediscono.”

Secondo la lista civica i problemi deriverebbero dalla “cultura di rendita” che è stata il fondamento dell’economia massese per molto tempo: “Il meccanismo è quello di riciclare attraverso il comparto immobiliare le entrate in nero derivanti dal capitalismo estrattivo e dal capitalismo balneare. Questo grazie ad una classe imprenditoriale priva della cultura di mercato, ma molta avvezza alla sottocultura del favore.
Chi ha a cuore il bene della città dovrebbe capire che è importante togliere Massa dalle mani di coloro che pensano unicamente a estrarre profitto dalla propria rendita immobiliare fregandosene al contrario
della salute dei cittadini.”.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.

Carrara,Inizia l’abbattimento dei pini in viale Colombo, martedì sit-in di protesta

Massa Città in Comune “L’Amministrazione vuole riportare i parcheggi nelle piazze cancellando la ZTL” Assessore Guidi “Ennesima fake-news. Stiamo studiando provvedimenti per migliorare la viabilità”

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!