Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
5:20 pm - domenica Luglio 21, 2019

Alla “Don Milani” di Marina di Massa l’Ail provinciale celebra il 20° anniversario della sua costituzione e presenta le borse di studio . Il presidente Szorenyi il 21 da Mattarella

556 Viewed redazione 0 respond
Spread the love

“ Uno sguardo sul futuro: la terapia con le car T” questo il titolo del convegno che promosso dalla sezione provinciale Ail Associazione Italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma di Massa Carrara che quest’anno celebra il ventesimo anniversario della sua costituzione-.

L’evento che si inserisce nel 50° anniversario della costituzione dell’Ail nazionale si terrà sabato prossimo 22 giugno inizio ore 17 nell’aula magna dell’Istituto “Don Milani” di via Pisa a Marina di Massa. Quest’anno la Manifestazione nella nostra provincia si svolgerà il 22 per permettere al Presidente di partecipare al ricevimento presso il Presidente della Repubblica Mattarella venerdì 21 giugno pv.
Il convegno vede quali relatori: Dr.ssa Roberta Della Seta. Oncoematologia ASL Toscana Nord-Ovest Massa Carrara e il Dr. Ezio Szorenyi Presidente AIL sezione Massa Carrara.

Subito dopo alle 18 presentazione delle borse di studio che quest’anno come sempre nei venti anni precedenti sono state ottime prestazioni sia nelle superiori che nelle scuole medie; a seguire la presentazione dei progetti: “I Colori della libertà” Istituto Don Milani – Marina di Massa; “Borsa di Studio”: Sito web I.I.S. Meucci Massa – Zaccagna-Galilei Carrara; “Il Dono e l’Amore” esposizione opere del Liceo Artistico Palma Massa-. Alle 18,30: ingresso libero, spettacolo musicale: Allievi della Scuola Comunale di Musica – Massa.


“Quest’anno si celebrano queste due ricorrenze: il 20° anniversario della nostra sezione provinciale ed il 50° di quella nazionale – dice il presidente dottor Ezio Szoreneyi – che hanno portato in Italia un notevole progresso nella terapia delle malattie ematologiche alcune terribili come le leucemie e linfomi e mieloma che all’epoca dell’inizio dell’iniziativa pionieristica del Prof. Mandelli a Roma non erano ne curabili ne tanto meno guaribili……ma dopo 50 anni di impegno nella ricerca oggi gli sforzi di Mandelli e di tutti i medici ematologi italiani si può dire che il sogno di guarire in percentuali impensabili in quell’epoca si è avverato.
“Il 21 giugno tutti i presidenti delle sezioni provinciali compresa la nostra di Massa Carrara saranno presenti presso il Quirinale ricevuti dal Presidente della Repubblica Mattarella che ha voluto fare omaggio all’AIL per la sua lunga opera a favore della cura e assistenza dei pazienti affetti da malattie ematologiche.”A questo punto il dr Szorenyi traccia un bilancio dell’attività svolta: “la Sezione AIL di Massa Carrara pur essendo tra le più piccole ha svolto la stessa opera nel territorio della Provincia di Massa Carrara per i primi 20 anni di attività per i pazienti ematologiche e i loro parenti essendo sostenuti in questi anni dalla solidarietà di tutti i cittadini che numerosi sostengono l’Associazione in particolare nelle due principali manifestazioni delle Stelle di Natale e delle Uova di Pasqua che permettono al’AIL provinciale di avere le risorse per effettuare le numerose attività di assistenza in sintonia con i medici e infermieri della Sezione di Ematologia dell’attuale Nuovo Ospedale delle Apuane (NOA) è degli Ospedali di Pontremoli e Fivizzano.Tra le altre attività svolte vi è la continua opera di sensibilizzazione nelle scuole dei vari ordini dalle primarie alle superiori su argomenti di solidarietà e di educazione sanitaria che sono argomenti importanti per la crescita dei nostri ragazzi. ”

Nella foto: il dr Ezio Szorenyi (al centro) al suo fianco la dottoressa Della Seta. Alcune opere del “Palma”

Ail Massa-Carrara

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.

CARRARA,Più di 5200 articoli contraffatti trovati dalla Guardia di finanza di Massa Carrara a seguito di un controllo in un negozio gestito da cinesi nel centro

MASSA,Recuperata dai Carabinieri cassapanca del XVI secolo rubata dal Castello Malaspina il 31 ottobre del 1980. Era in casa di un professionista emiliano che l’aveva ricevuta in eredità dal padre

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!