Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
11:06 pm - mercoledì Settembre 18, 2019

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MASSA INTERPELLANZA SULLA MOROSITA’ DELLA C.G.I.L. NEI CONFRONTI DEL COMUNE DI MASSA

49 Viewed redazione 0 respond
single-thumb.jpg
Spread the love

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MASSA
INTERPELLANZA SULLA MOROSITA’ DELLA C.G.I.L. NEI CONFRONTI DEL COMUNE DI MASSA

Proprio in questi giorni è scoppiato il caso affittopoli a livello nazionale e bisogna dire che Massa non è rimasta indietro rispetto alle altre realtà perchè ha il suo caso “affittopoli”, che per certi versi è anche più originale di altri. Mi spiego meglio. Il Comune con delibera di G.M. N. 358 del 23.03.1995 affitta alla CGIL un ufficio di 300 metri2 nella centralissima Piazza Mercurio ad una cifra, che trasformata in euro, è pari a 8676,47 euro all’anno e già questo importo sarebbe discutibile, ma mi sforzo di passarlo per buono. Il problema è che il sindacato paga l’affitto regolarmente fino alla fine del 1999 e poi dal 2000 al 2011 non versa più niente, accumulando un contenzioso pari ad euro 137.201,85 + spese ed interessi legali. Il paradosso è che dall’anno 2000 fino ad oggi nessuna Giunta Comunale ha mai avviato procedure legali per l’ incasso e tanto meno ha provveduto a pignorare i beni del Sindacato, che, attualmente, sembra godere di ottima salute, in considerazione del fatto che usufruisce di una sede in quel di Carrara, di due sedi a Massa, oltre a quella nuova aperta all’interno del Nuovo Ospedale delle Apuane, di cui sarebbe interessante conoscere l’importo mensile di affitto .  Nel merito, voglio ricordare che prima il Consigliere Alessandro Amorese nel 2009 e successivamente il sottoscritto a dicembre 2014 avevano presentato una serie di interpellanze con la specifica richiesta di avvio delle procedure previste per chiudere il contenzioso, a costo di arrivare al pignoramento dei beni di proprietà della CGIL.   Devo purtroppo constatare che ad oggi  il credito, pur essendo esigibile, non è stato ancora incassato e che nonostante le numerose  interpellanze e richieste, l’ Amministrazione Comunale non ha ancora avviato le procedure per l’incasso forzato e neanche ha inoltrato richieste presso il tribunale di Massa, iniziative che erano state garantito  dall’ Amministrazione Comunale nella risposta all’interpellanza che il sottoscritto aveva presentato il 23 dicembre 2014,  e fra le altre cose, non posso esimermi dal constatare che questo comportamento elusivo,  produce un danno in aumento alle casse comunali. Sia ben chiaro a tutti che di fronte alla Corte dei Conti o ad un giudice del tribunale, non sarà sufficiente dimostrare la volontà e la buona fede sbandierando al vento qualche letterina di richiesta  saldo del debito, che  ha sicuramente  interrotto i termini di prescrizione, ma non è la chiara dimostrazione di un’azione incisiva e determinata a voler chiudere definitivamente  il contenzioso.   Per quanto sopra,   INTERPELLO IL SINDACO
              Per invitarlo ad attivare tutte le procedure previste per incassare il credito dalla CGIL e quindi  a produrmi copia di tutta la documentazione dimostrante i rapporti intrattenuti con la CGIL dal 2009 ad oggi ed eventuali atti di Decreto Ingiuntivo  o pignoramenti eseguiti e ottenuti dal Tribunale di Massa nei confronti della CGIL. Chiedo, inoltre, che l’importo incassato venga utilizzato  dal Settore Sociale per le famiglie indigenti  massesi.   Distinti saluti   Massa, li 05.02.2016                               STEFANO BENEDETTI  CONSIGLIERE COMUNALE

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

SPACCIO DI DROGA A MASSA Il Sottoscritto Consigliere Comunale Stefano Benedetti

prev-next.jpg

ELISA MONTEMAGNI ED ANDREA CELLA(LEGA NORD): ” A MASSA E PROVINCIA INCENTIVARE IL BARATTO AMMINISTRATIVO”

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!