MASSA:I banchi a rotelle: critica Castellini (Azzurro Donna)

MASSA:I banchi a rotelle: critica Castellini (Azzurro Donna)

Novembre 6, 2020 Off Di redazione
Spread the love

Sono arrivati anche a Massa i banchi a rotelle, tanto attesi. In merito è intervenuta la coordinatrice provinciale di Azzurro Donna, Sonia Castellini a cui è giunta voce della presenza di questa tipologia di banchi presso il Liceo Scientifico e il liceo Classico, che tuttavia non sarebbero adatti alle attività svolte dagli alunni.

“Chiunque abbia frequentato il liceo classico o scientifico, sa bene che il dizionario di Latino (o di Greco) è lo strumento indispensabile per capire queste materie e per tradurre le temutissime versioni, solo che nei bellissimi banchi a rotelle o ci metti il dizionario o ci metti il foglio perché entrambi non ci stanno, quindi questo è già un primo grande problema per i liceali” – ha commentato la Castellini.

La Castellini pone l’attenzione anche verso un’altra problematica che potrebbe scaturire dall’utilizzo dei banchi con rotelle. Infatti, in quanto banchi di piccole dimensioni, il loro utilizzo potrebbe creare episodi di bullismo verso studenti in sovrappeso: “Un ragazzo con qualche chilo in più nel banco non ci sta, il tavolino non si abbassa, la sedia stringe sui fianchi e le prese in giro dei compagni arrivano immediatamente. – ha commentato la Castellini – Facciamo campagne contro il bullismo con bellissimi spot televisivi e poi nelle nostre scuole mettiamo degli strumenti che ridicolizzano i ragazzi che sono o troppo alti o troppo in carne”.

Sono molte infatti le segnalazioni pervenute alla Castellini circa questa problematica, ma il problema potrebbe riguardare moltissimi altri studenti. “Invito, per quando si potrà tornare in aula, i docenti ed i dirigenti a vigilare sulla situazione bullismo ancora di più di quanto già egregiamente fanno, auspico che per il ritorno in aula almeno per i licei, si possano avere dei banchi con una superficie d’appoggio più ampia, ma soprattutto, – ha concluso la Castellini – il mio invito ed incoraggiamento va agli studenti per il nuovo e difficile anno che li aspetta, ricordando che spesso una risatina rivolta al compagno o alla compagna in carne può davvero far male. Ragazzi non siete bulli, siete il nostro futuro, non prendete esempio da chi per essere leader prende in giro gli altri. L’attributo più importante di un Leader è la maturità, un leader non ha bisogno di deridere qualcuno per essere seguito”.