CARRARA:Il porta a porta si estende: dal 1° luglio raggiungerà altri 18mila carraresi

CARRARA:Il porta a porta si estende: dal 1° luglio raggiungerà altri 18mila carraresi

9 Giugno 2020 Off Di redazione
Spread the love

Carrara riparte anche con il porta a porta e un piano di estensione che riguarderà 18mila persone. Il progetto è stato presentato questa mattina in Comune nel corso di una conferenza stampa dell’amministrazione comunale e di Nausicaa Spa. Si tratta dell’ampliamento più grande da quando, nel 2008, questo tipo di raccolta rifiuti è stata attivata.

Nell’arco di soli due mesi, dal 1° luglio al 20 agosto, il servizio arriverà ad Avenza storica, Battilana, Nazzano, Bonascola, Melara, Fossola e Fabbrica, solo per citare le località principali.

A partire dal prossimo 17 giugno, quindi presso la sede di Nausicaa Spa verranno consegnati i kit, con un sistema a chiamata per zona di residenza, pensato per evitare assembramenti e rispettare le misure anti-covid. Questo piano – ha precisato l’amministrazione – non riguarda il centro città, per il quale è stato messo a punto un progetto ad hoc, con l’introduzione dall’autunno di un sistema di raccolta puntuale che verrà presentato in un appuntamento dedicato. Cosa che avverrà a suo tempo anche per i paesi a monte.

«È una piccola grande rivoluzione. Il miglioramento della qualità dell’ambiente cittadino – ha commentato il sindaco Francesco De Pasquale – è tra i principali obiettivi di questa amministrazione. Nausicaa ci aiuta a realizzarlo ma i veri protagonisti sono i cittadini. Tutto parte dai singoli gesti che ciascuno di noi compie ogni giorno nella propria casa. All’inizio richiederanno un po’ di attenzione ma poi, nel giro di poco tempo, diventeranno automatici. E i benefici allora saranno sotto gli occhi di tutti» ha dichiarato il primo cittadino ringraziando Nausicaa Spa, il vicesindaco Matteo Martinelli e l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti per il «grande lavoro svolto per raggiungere questo risultato».

In linea con il primo cittadino anche il vicesindaco con delega alle partecipate, Matteo Martinelli: «Stiamo facendo un investimento sul futuro, per avere una città più pulita e decorosa, con una qualità dell’ambiente più elevata. Già da semplice attivista del Movimento 5 Stelle mi ero speso sul fronte del miglioramento della gestione dei rifiuti, e con questo progetto il mio impegno si concretizza. Quindi sono particolarmente soddisfatto».

Sulla genesi di questo piano si sofferma l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti: «Quando ci siamo insediati, a luglio 2017, abbiamo trovato un territorio diviso: metà servito dal sistema porta a porta e metà ancora fermo alla raccolta stradale tradizionale, con tutti i problemi che questa separazione comporta. Abbiamo iniziato a lavorare subito all’estensione e abbiamo colto l’occasione di un bando proposto dall’Ato di Costa, che va a coprire il 50% dei costi di investimento con un finanziamento di 1,4 milioni su una spesa totale di 2,8 milioni. Abbiamo deciso consapevolmente di abbandonare l’estensione per piccoli lotti realizzata in passato e, con uno sforzo maggiore, abbiamo puntato su un intervento in un’unica soluzione con il dichiarato intento di superare il problema della migrazione dei rifiuti. L’unica estensione “parziale” è stata quella di ottobre 2018 su Fossone: qui abbiamo avuto necessità di mettere in sicurezza una zona di confine, dove il fenomeno della migrazione dei rifiuti era particolarmente accentuato. Questo progetto non è solo un’estensione della raccolta domiciliare ma ha elementi di innovazione e peculiarità rispetto al passato. Voglio considerarlo – conclude Scaletti – non un punto di arrivo ma un’importante tappa intermedia di un lavoro che prosegue verso una meta ambiziosa».

«Un piano di estensione rivolto a oltre 18mila persone rappresenta una grande sfida per chiunque. Pensate all’impegno che comporta la distribuzione di 10mila kit o la campagna di informazione ai cittadini – commenta il presidente del consiglio di amministrazione di Nausicaa, Luca Cimino – Noi ci siamo fatti trovare pronti, rafforzando il personale con ulteriori 17 operatori e acquistando 20 mezzi di ultima generazione, con caratteristiche tecniche tali da agevolare il lavoro degli addetti. Sul fronte dell’informazione alla cittadinanza abbiamo deciso di partire dai più piccini, coinvolgendo nei mesi scorsi 827 alunni di 25 scuole con “The Different Project”, un progetto che “insegna” il porta a porta anche attraverso un video-game dedicato. Infine, con l’avvio del servizio attiveremo Junker, una applicazione per cellulari che aiuta i cittadini a differenziare correttamente. Insomma per noi questo progetto ha rappresentato un importante stimolo a innovare».

«Abbiamo fatto tutto “in casa nostra” – evidenzia il direttore di Nausicaa, Lucia Venuti – creando uno staff che ha seguito progettazione e attuazione. Ringrazio tutti per la sinergia messa in campo. L’emergenza covid ovviamente non ci ha aiutato ma il personale di Nausicaa ha saputo rispondere e reagire con prontezza, dimostrando come sempre grande disponibilità».

Soddisfatto anche il presidente della commissione Ambiente del Comune, Giovanni Montesarchio, che ha ospitato la presentazione del progetto in una seduta ad hoc della sua commissione: «Con questa estensione conseguiamo un importante obiettivo del programma elettorale del M5s. Oltre ai benefici ambientali penso a quelli per il decoro: ridurre in maniera così importante il numero di isole ecologiche, oggetto troppo spesso di conferimenti abusivi, mi fa ben sperare».

Per quanto riguarda il centro di Carrara, invece, l’assessore Scaletti ha assicurato che a breve sarà presentato per poi partire «dai primi giorni del prossimo autunno». L’amministrazione ha deciso di procedere celermente anche per evitare migrazioni di rifiuti dalle nuove zone in cui sarà attivato il porta a porta alle isole ecologiche del centro.

Tutti i dettagli sulla campagna di estensione del porta a porta sono a disposizione sul sito www.nausicaacararrara.it: per informazioni e aggiornamenti è consigliabile seguire le pagine Facebook e Instagram di Nausicaa.