Ferri scrive al Ministro De Micheli: “Chiarezza sulle disposizioni per la nautica”

533 Viewed redazione 0 respond

L’Onorevole Cosimo Maria Ferri scrive al Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli: “premesso che: venivano emanate dal Mit “Linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del COVID-19

in materia di trasporto-nautica da diporto”; nel paragrafo “Linee guida sul servizio degli assistenti bagnati”, al punto 2 della sezione “Disciplina del servizio di assistenza bagnanti presso strutture balneari in emergenza rischio contagio da virus Covid-19” venivano qualificati gli assistenti ai bagnanti quali operatori di primo soccorso prevedendo per gli stessi la sottoposizione preventiva (prima della assunzione) e periodica al test di controllo della positività al Covid-19 (tampone o test sierologico) il cui esito dovrà essere reso noto al Datore di lavoro”.

“La Regione Toscana, tenuto conto delle sudette linee guida – continua ancora Ferri – emanava Ordinanza n.60 con cui “integrava gli ambiti di soggetti di cui alle ordinanze n.23, 39 e 54 con l’ulteriore categoria degli assistenti bagnanti prevedendo che per questi i test sierologici rapidi siano effettuati con oneri a carico delle Aziende sanitarie”; nelle Ordinanze n.23, 39 e 54 la Regione Toscana ha concesso la possibilità per alcune categorie di soggetti di sottoporsi a test sierologici esclusivamente “su base volontaria” con spese a carico del SSN senza prevedere alcuna obbligatorietà; il richiamo da parte della Regione Toscana alle Ordinanze n.23, 39 e 54 (incluso l’Allegato A “istruzioni al datore di lavoro” della Ord. Reg. Toscana n.54/2020) comporta, quindi, che la sottoposizione al test sierologico, anche per la categoria degli assistenti bagnanti, debba intendersi esclusivamente su “base volontaria””. “Posto che nella Gerarchia delle Fonti le “Linee Guida” aventi valore di “raccomandazioni” non possono prevalere né confliggere con provvedimenti normativi emanati dalle Regioni – scrive ancora l’Onorevole –
ciò nonostante, le Capitanerie di Porto della Regione Toscana, tra le altre, interpretano in senso vincolante le “Linee guida” emanate dal Mit e ritengono che gli assistenti bagnati siano obbligati a sottoporsi ai test sierologici prima della assunzione e periodicamente ed, altresì, pretendono che gli stessi assistenti bagnanti mostrino il risultato del test sierologico al personale di C.P. in caso di controllo: se il Ministro interrogato – conclude Ferri – data la portata non vincolante delle “Linee Guida”, intenda chiarirne l’ambito di operatività, per favorirne una chiara applicazione ed evitare un contrasto con le Ordinanze Regionali”.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.

Paolicchi (Legacoop Toscana – Welfare): “Riaprire il prima possibile i servizi educativi 0-3” Le Linee guida del Governo che consentono la riapertura dei centri estivi escludono i servizi per la fascia da zero a tre anni: “Si rischia che a essere penalizzate dalla situazione siano soprattutto le donne, come lavoratrici e come madri”

La clinica Dentix deve darci risposta! Sono 100 i concittadini massesi che si sono rivolti alla clinica odontoiatrica

Related posts
Comments are closed
Call Now ButtonChiamaci
Translate »