Da venerdì mascherine gratis nelle edicole della Toscana.

Da venerdì mascherine gratis nelle edicole della Toscana.

Giugno 4, 2020 Off Di redazione
Spread the love

Le mascherine gratuite della Regione Toscana, da venerdì 5 giugno, si ritirano in edicola. Un servizio, è bene ribadirlo, che non prevede alcun costo per i cittadini né obblighi di fare acquisti.

Le edicole sono state scelte per la loro capillare diffusione sul territorio (in Toscana hanno aderito 1200 rivendite) e perché fanno da sempre parte della geografia cittadina; sono un punto di riferimento ben noto a chi abita nelle grandi città come a chi vive nei paesi più piccoli. L’operazione che ha permesso di avviare questo progetto ha visto La Nazione impegnata in prima linea, perché si potesse arrivare in tempi brevi all’accordo promosso dalla Regione e siglato dalle associazioni e dai sindacati dei giornalai, insieme ai rappresentanti delle agenzie di distributori, che hanno assicurato la loro massima disponibilità a sostenere il progetto.

Le mascherine arriveranno infatti ogni giorno alle edicole attraverso i distributori di giornali e saranno consegnate nella notte seguendo gli stessi canali dei quotidiani. “Grazie a questo nuovo accordo prosegue lo sforzo della Regione – dice il governatore Enrico Rossi – che, unica nel panorama nazionale, ha consentito a tutti di accedere gratis a questo importante strumento di prevenzione del contagio. La consegna sarà capillare perché più della metà delle edicole ha già aderito al progetto. Non c’è quindi bisogno di affrettarsi ed è bene evitare di formare assembramenti e code”.

“Il governo Conte 2, con l’operato del sottosegretario all’editoria Martella, ha dato un impulso nuovo a tutto il mondo dell’informazione – ha detto l’editore della Poligrafici Editoriale e presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti –. Regioni e Comuni, con la regia di Anci, hanno siglato con Fieg una serie di protocolli per rivitalizzare le rivendite. L’iniziativa della Regione Toscana va in questa direzione, ovvero dare un segnale di prossimità e utilità nei confronti dei cittadini”.