Un caso al Pignone. Chiuso il cantiere di viale Zaccagna

423 Viewed redazione 0 respond

Un caso di coronavirus al cantiere dell’ex Nuovo Pignone di viale Zaccagna ad Avenza.

Le voci giravano da alcune ore e sono state confermate direttamente da Baker Hughes, informata nella tarda serata di ieri. Si tratta di un dipendente di una delle ditte esterne dell’indotto che lavorano nel cantiere.

«Baker Hughes – spiega l’azienda – è stata informata nella serata di giovedì 12 marzo di un caso positivo di nuovo coronavirus (covid-19) tra i lavoratori di una ditta dell’indotto che opera all’interno del proprio cantiere di Avenza. Attualmente il caso è preso in carico dalla Asl locale.
Baker Hughes ha provveduto ad informare tempestivamente le parti sociali e preso immediatamente provvedimenti implementando, come misura preventiva e cautelativa per garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti e dei fornitori, di non aprire il sito per la giornata di venerdì 13 marzo».

«Il sito – prosegue Baker Hughes – rimarrà chiuso fino a lunedì, in modo da consentire le operazioni di sanificazione e tutte le ulteriori misure che verranno indicate dall’Autorità Sanitaria competente. Sono stati inoltre avvisati (nel pieno rispetto della privacy) tutti gli individui (compresi dipendenti e ditte esterne) che sono entrati in contatto con la persona negli ultimi 14 giorni, per permettere loro di mettersi in autoisolamento».

«Sin dal primo scoppio del nuovo coronavirus in Italia, Baker Hughes – specifica la multinazionale – ha adottato in modo proattivo misure per proteggere i propri dipendenti e ridurre al minimo qualsiasi impatto sulle operazioni, con l’obiettivo di mitigare il rischio nei suoi impianti, garantendo al contempo che le sue operazioni continuino a servire i clienti di tutto il mondo. Sono state introdotte restrizioni per tutti i viaggi non essenziali, nonché altre azioni e misure per rispettare la distanza di sicurezza e limitare gli assembramenti nel luogo di lavoro, in linea con le indicazioni del governo. La salute e la sicurezza di dipendenti, collaboratori e tutte le parti interessate – conclude l’azienda – è una priorità assoluta per Baker Hughes. L’azienda sta monitorando attentamente l’evoluzione della situazione insieme alle autorità sanitarie e implementerà tutte le misure necessarie per evitare la diffusione del covid-19 in piena collaborazione con le stesse e con tutti gli attori coinvolti».

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.

Farmaci,stop ricetta dal medico: per ritirarla si va in farmacia

Coronavirus, al via la sanificazione delle strade di Massa

Related posts
Comments are closed
Chiamaci