White Marble Marathon, il più grande evento sportivo della provincia: parlano agli organizzatori

713 Viewed redazione 0 respond

Si sono ritrovati tutti, ma proprio tutti, gli organizzatori e i partner della White Marble Marathon,

che ormai è diventata il più importante evento sportivo di tutto il territorio provinciale, nella sala di rappresentanza del comune di Carrara, stamani, per presentare nei minimi dettagli l’evento, giunto alla quarta edizione, che si terrà il 23 febbraio.

A tenere banco il protagonista principale, nonché ideatore della manifestazione, Paolo Barghini: “Stiamo crescendo sia in termini numerici, sia nella percezione dei comuni e della gente e questo mi rende orgoglioso perché ogni anno facciamo passi in avanti per aggiungere valore e importanza alla manifestazione. In questo senso possiamo dire di aver fatto centro anche quest’anno avendo adottato l’importantissima novità del plastic free che ci rende il primo evento in Italia e il secondo al mondo di questo genere. Non nego che organizzare un evento così grande senza l’uso della plastica non sia stato facile e voglio cogliere l’occasione per ringraziare tutti i nostri partner senza il cui aiuto questo risultato non sarebbe stato possibile.”.

Lunghissima la fila dei ringraziamenti fatti da Barghini da Gaia s.p.a. per aver provveduto ad allestire punti in cui poter bere utilizzando l’acqua dell’acquedotto comunale ogni cinque chilometri lungo il percorso, fornendo anche trentamila bicchieri compostabili e 400 borracce, a Nausicaa, partecipata del comune di Carrara che ha garantito ancora la pulizia delle strade prima e dopo l’evento ed ha dato aiuto anche alla logistica, alla Fondazione Marmo per il suo contributo economico e il supporto manifestato sin dalla prima edizione, fino anche al liceo scientifico di Massa Fermi, presente in sala con una classe, per aver condiviso con la manifestazione il percorso di alternanza scuola- lavoro tanto da diventare un caso speciale a livello italiano subito imitato dalle Universiadi che si sono tenute a Napoli alcuni mesi fa.

Un ringraziamento particolare, Barghini, lo ha riservato agli ideatori della nuovissima medaglia della Maratona che fa la sua comparsa proprio in questa edizione: “Il maestro Vito Tongiani e la scultrice Giulia Berti, che ha frequentato la scuola dell’arte della medaglia di Roma, hanno realizzato una medaglia in marmo e acciaio veramente strepitosa e già molto ambita da tutti i partecipanti. Le medaglie hanno un valore particolare nelle maratone e possono addirittura spingere gli atleti a scegliere determinate competizioni in base alle medaglie messe in palio. Tutti gli atleti della competizione sportiva di quest’anno ne avranno una perché noi crediamo che lo sforzo enorme richiesto d questo tipo di gara meriti sempre un riconoscimento.” ,

Barghini ha infine ribadito l’importanza per la Whitw Marble Marathon di essere collocata tra le eccellenze del territorio e di essere avviata a diventare un punto di riferimento per la provincia ed ha ringraziato le amministrazioni comunale di Carrara ed in particolare la consigliera grillina Marzia Paita per l’impegno profuso a snellire tutti i passaggi burocratici indispensabili alla realizzazione dell’evento. Barghini ha fatto anche un breve accenno all’incomprensione nata col comune di Massa a seguito della rinuncia di Fonteviva partecipata del comune, come sponsor della manifestazione ed ha espresso rammarico per il tracciato meno inserito nei confini massesi ma ha assicurato l’apertura di un immediato dialogo con l’amministrazione massese per risolvere ogni problema. Tra i partner anche i Veterani dello Sport di Massa che hanno fatto in modo di avere la sponsorizzazione di acqua San Carlo con bottigliette in vetro alla fine dei percorsi e il brand profumi del marmo, un’altra grande eccellenza locale che ha voluto dedicare una nuova essenza proprio alla White Marble marathon. Barghini ha poi voluto elogiare tutto il suo staff: la presidente del comitato Chiara Frugoli, Daniela Genovesi, Nicola Ciani, Claudia Marchetti Lucia Tommasiello.

“A differenza degli anni precedenti – ha spiegato Nicola Ciani – la gara in tutti e tre i percorsi avrà arrivo e partenza a Marina di Carrara. Il percorso sarà prevalentemente sul lungomare e godrà di una panorama mozzafiato sul territorio locale. Quest’anno sarà meno impegnata la città di Massa ma si arriverà fino al Cinquale.”. Ciani ha ricordato l’impegno della White Marble Marathon con la onlus milanese Charity the world alla quale andrà una parte dei soldi derivati dal contributo dato dagli atleti al momento dell’iscrizione ed ha ricordato che questo sodalizio, già avviato nelle edizioni precedenti, ha permesso la costruzione di due pozzi d’acqua in Togo: “Abbiamo fatto nostro il motto “ no water no life” di Charity the world e quest’anno lo abbiamo legato alla scelta del plastic free.” Ha concluso Ciani.

A fare gli onori di casa c’era il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale che ha ribadito l’importanza promozionale turistica della manifestazione: “ La White Marble Marathon sta diventando un appuntamento sempre più importante anche a livello nazionale come dimostrano le adesioni e anche i tempi realizzati dagli atleti. E’ una grande occasione perché gli atleti stessi diventano promotori del luogo, postando sui social la loro esperienza e quindi pubblicizzando le bellezze del territorio locale. Inoltre la manifestazione permette anche ai residenti di poter vivere quei luoghi, come le strade, che normalmente non si possono vivere cioè permette di riappropriarsi del proprio territorio dando un importante impulso anche al commercio e alle attività ricettive.”. De Pasquale ha elogiato la scelta del plastic free definendola strategica e ricordando la grande quantità di plastica prodotta dalle maratone ed ha colto l’occasione per annunciare l’imminente ampliamento della raccolta dei rifiuti porta a porta.

In rappresentanza del comune di Masa c’era il consigliere comunale della Lega Filippo Frugoli che ha elogiato la manifestazione e spiegato che l’incomprensione con il comune di Massa è da attribuire totalmente a Fonteviva, partecipata dello stesso comune, che ha scelto di non partecipare all’evento.

Hanno preso la parola anche Erik Lucchetti della fondazione Marmo, Luca Cimino presidente di Nausicaa, Michela Consigli e Simone Tartarini di Gaia s.p.a.. il maestro Vito Tongiani e il rappresentante dei Veterani dello sport che ha ricordato che nella manifestazione sarà inserito il campionato nazionale di mezza maratona. Tutti concordi negli apprezzamenti per la manifestazione e nel riconoscimento del suo importante significato strategico e simbolico per il territorio apuano.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.

A Palazzo Ducale di Massa la mostra “Metamemoria”, sette artisti per riflettere sul Giorno della Memoria

Officine T.O.K. porta in scena a Monzone “Lettere su legno”: uno spettacolo per il giorno della memoria

Related posts
Comments are closed
Call Now ButtonChiamaci