Massa:Stralcio di Ronchi Poveromo, polemica tra Partito Democratico e Lega

592 Viewed redazione 0 respond

Stralcio di Ronchi Poveromo: fra la Lega di Luca Guadagnucci e il Pd di Gabriele Carioli è polemica.

Qualche giorno fa una nota del Partito Democratico interveniva sull’argomento definendo “penalizzante” per i residenti dei Ronchi e di Poveromo lo stralcio attuato dalla giunta Persiani nel novembre del 2018. Stralcio che oggi è in fase di ripubblicazione a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni presentate dai cittadini e all’esito della Conferenza Paesaggistica regionale. Che nel merito ha sottolineato alcune perplessità.

Secondo Luca Guadagnucci, presidente della commissione urbanistica del Comune di Massa, nonché esponente della Lega, “le ragioni dello stralcio traggono origine dai numerosi ricorsi presentati nei confronti dell’amministrazione comunale in relazione alla disciplina del Regolamento Urbanistico circa la suddetta area”. “L’amministrazione, a ragion veduta, stante l’eventualità di soccombenza nei procedimenti conseguenti ai ricorsi – dice Guadagnucci – ha opportunamente preferito stralciare l’area onde evitare sostanziosi esborsi per le casse comunali”. Cioè in sostanza: l’amministrazione non avrebbe regolamentato sotto il profilo urbanistico un’area sita tra Ronchi e Poveromo per non andare incontro a dei ricorsi da parte dei cittadini che hanno interessi legati a quella zona. “Si evidenzi che i ricorsi, a loro volta, erano conseguenza di una pianificazione PD, dai più considerata errata. In sede di conferenza paesaggistica regionale, espressione del governo PD, l’amministrazione comunale, presente il sottoscritto, ha cercato di ottenere, per detta area, soluzioni di maggior respiro rispetto alla sola ristrutturazione edilizia conservativa, l’unica permessa dalla norma di salvaguardia di cui all’art 153, comma 3, delle Norme tecniche di attuazione, trovando purtroppo la risoluta contrarietà dei delegati della Regione”. Per il leghista quindi lo stralcio e le condizioni penalizzanti dei residenti di Ronchi Poveromo sono responsabilità del Partito Democratico “il quale, senza vergogna, accusa l’attuale governo di destra e pretende, con ingiustificata supponenza, di dare lezione”.

Di tutt’altro avviso è il consigliere comunale Gabriele Carioli del Pd: «Lo stralcio – non usa mezzi termini il consigliere – è stato attuato per un pegno politico. Un impegno preciso assunto durante il ballottaggio del 2018, tant’è che il primo atto della giunta è stato proprio quello di stralciare nel Regolamento Urbanistico la parte legata ai Ronchi e a Poveromo. Per inciso: nel Ru non erano previste delle edificazioni in quella zona, ma con lo stralcio i residenti non possono nemmeno ampliare o ristrutturare le loro abitazioni. Questo significa bloccare l’economia, ma anche bloccare la crescita di un territorio per evitare il ricorso di pochi. Che poi, quanti sono questi cittadini che avrebbero presentato ricorso? Per quei pochi ricorsi ipotizzabili, si creano tanti cittadini sfortunati che non possono apportare delle modifiche alle proprie case».

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

Vietate le interrogazioni in consiglio comunale presentate solo in forma verbale: i grillini mettono il bavaglio all’opposizione che insorge

Jacopo Ferri risponde all’attacco di Open Pontremoli

Related posts
Comments are closed
Call Now ButtonChiamaci
Translate »