CARRARA: Panico a Marina, ma sul corpo nessuna ferita

CARRARA: Panico a Marina, ma sul corpo nessuna ferita

Gennaio 1, 2020 Off Di redazione
Spread the love

Giallo di capodanno: un giovane di 33 anni, di origine albanese ma da più di vent’anni residente a Marina di Carrara, ha chiesto l’intervento dei carabinieri lamentando di essere stato colpito da colpi di rivoltella.

Il giovane è uscito in strada dalla sua abitazione sul viale XX Settembre poco sotto la fermata dell’autobus di Villa Ceci, ed ha cominciato ad urlare dicendo che qualcuno gli aveva sparato, prima di chiamare i carabinieri. In preda ad una forte agitazione il giovane è stato trovato dai carabinieri su viale Colombo all’altezza dell’incrocio con il viale XX Settembre ma, dopo essere stato fermato e controllato, non avrebbe mostrato alcuna ferita da sparo. I carabinieri hanno disposto il ricovero del giovane al Pronto Soccorso del delle Apuane per una verifica più accurata di eventuali traumi riportati e hanno avvisato i famigliari. Sul luogo in cui il giovane è stato raggiunto dai carabinieri si sono presentati gli zii che hanno spiegato che il giovane starebbe vivendo un momento di particolare depressione in seguito alla morte del padre. Il giovane che lavora in un cantiere navale ed ha una figlia di dieci anni, vive con la madre che lo ha saputo raggiunto in ospedale. Solo i medici potranno spiegare se c’è stata una collutazione reale con qualcuno o se si è trattato solo di un’allucinazione dovuta a un eccesso di stress.