Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news

“Anche l’Ordine degli agronomi e forestali della Toscana del nord è molto perplesso sul taglio dei pini in viale Colombo”

441 Viewed redazione 0 respond

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento del Comitato per la Difesa dei pini di Viale Colombo in merito al parere dell’Ordine degli Agronomi delle Province di Massa-Carrara, Lucca e Pisa.

“Come si evince dal documento allegato dell’Ordine degli Agronomi delle Province di Massa-Carrara, Lucca e Pisa inviato il 20 novembre scorso al nostro Comitato, le argomentazioni da noi addotte contro il folle gesto della Giunta carrarese di abbattere pini, sani e belli, non sono né peregrine né animate da ostilità verso l’amministrazione, come spesso ci viene rimproverato.

Innanzitutto, quanto dichiarato dall’Assessore Raggi nell’incontro con gli Agronomi (“l’intervento è scaturito da una precisa volontà di effettuare la sostituzione dei pini di Viale Colombo, in seguito a valutazioni di tipo paesaggistico, ma anche in dipendenza della continua necessità di manutenzione richiesta dall’alberatura stessa. L’intervento è stato preceduto da uno studio paesaggistico e da una Delibera di Giunta, in assenza purtroppo di qualsivoglia normativa dedicata”) è sconfessato dalla Delibera di Giunta quando essa, al contrario, esplicita come oggetto il rifacimento del marciapiede (perché dissestato) e il mantenimento del parcheggio. Pertanto, l’abbattimento dei pini viene presentato solo come una fase obbligata (sic!) per raggiungere il vero scopo dell’intervento.

L’Ordine, non potendo, come è ovvio, giudicare le scelte prettamente amministrative, esprime un parere di carattere generale, rilevando diverse criticità dell’intervento. Criticità procedurali, mancando il Regolamento del Verde e un Piano Comunale del Verde, “una sorta di piano regolatore del verde, volto a definire l’assetto futuro dell’infrastruttura verde e blu della città, al fine di rispondere alla domanda sociale e ambientale dei territori antropizzati” (vedi “Linee guida per la gestione del verde urbano e prime indicazioni per una pianificazione sostenibile del Ministero dell’Ambiente“ , a cura del Comitato per lo sviluppo del verde pubblico MATTM, 2017).

Riguardo all’aspetto tecnico, decisamente “e oggettivamente discutibile”, sulla base di “semplici considerazioni di tipo fitosanitario”, è giudicata la scelta di sostituire gli esemplari di pino domestico con esemplari di palma a causa degli “attacchi fitofagi che stanno fortemente compromettendo il patrimonio arboreo palmicolo di tutto il bacino Mediterraneo”, attacchi che rendono necessari interventi continui, per lo più inefficaci, di elevata pericolosità.

Conclude, pertanto, l’Ordine professionale, che le valutazioni paesaggistiche (che, peraltro, come da sempre ripetiamo, non sono presenti nella Delibera!) devono essere affiancate da quelle agronomico – forestali che avrebbero sconsigliato in modo categorico l’uso di palme.

Alla luce di questo documento, dispiace e irrita molto che l’Assessore Raggi, prima dell’intervento, non abbia sentito l’esigenza di avvalersi della specifica competenza dei Dottori Agronomi e Forestali, in contraddizione, peraltro, con quanto sbandierato dalla Giunta riguardo al concorso degli Ordini professionali in altri settori, al fine di evitare clientelismi e/o favoritismi.

Il risultato è che, per la sua incompetenza, superficialità e stravolgimento della legge, Marina di Carrara ha (per il momento) 14 pini maturi e sani in meno con un grave danno paesaggistico, identitario, ambientale ed economico. Chi lo ripagherà?

E, intanto, il marciapiede, il cui rifacimento era presentato come un’esigenza improrogabile e urgente, in nome del quale non dover guardare in faccia niente e nessuno, giace in uno stato indecoroso, decisamente peggiore di prima, come mostrano le recenti foto (qui allegate)”.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

Cambiamo Carrara: ieri la presentazione del nuovo partito a CarraraFiere

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DI MASSA

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!