Presentata la 61^ edizione del San Domenichino: la premiazione in estate sulla spiaggia

611 Viewed redazione 0 respond

E’ stato il presidente dell’associazione culturale San Domenichino, Giacomo Bugliani, a presentare l’edizione 2020 del Festival internazionale della letteratura San Domenichino che arriverà, il prossimo anno alla sua sessantunesima edizione.

L’annuncio è stato fatto ieri a villa Cuturi e nel corso della presentazione sono stati svelati i cambiamenti radicali che hanno rinnovato la manifestazione. La location non sarà più la chiesa di San Domenichino ma la spiaggia di Marina di Massa e all’organizzazione del premio parteciperà anche il Consorzio Riviera Toscana Marina di Massa.

“Ci lasciamo alle spalle 60 anni di premio – ha spiegato Bugliani – legato alla tradizione della cerimonia nel sagrato della chiesa di San Domenichino. Quest’anno si aprono prospettive diverse e la cerimonia finale sarà celebrata sul mare, in spiaggia, al bagno Sara a Poveromo. Dietro tutto questo, c’è un progetto culturale turistico ben preciso, volto a valorizzare la costa apuana anche attraverso la cultura”. Cultura e promozione turistica è dunque il binomio vincente che sigla questa nuova edizione del Festival, inserendo una serie di anteprime estive nei vari stabilimenti balneari.

“Per noi è un regalo – ha detto Itala Tenerani, presidente del Consorzio Riviera apuana -. Volevamo proprio dare un’impronta diversa alla nostra attività, uscendo dallo stereotipo che i balneari piantano solo ombrelloni. La nostra idea era proprio quella di fare cultura nel turismo e ringraziamo per questa opportunità”. Mare e spiaggia, un suggestivo tramonto nello sfondo delle Apuane ed è già poesia. “Amore, gioia e orgoglio – lo ha definito Stefano Gazzoli, titolare del bagno Sara. Presidente del Festival si conferma Alessandro Quasimodo, supportato dalla prestigiosa giuria.

“Abbiamo scelto di chiamarlo Festival – ha detto la direttrice artistica, Rosaria Bonotti – perchè la letteratura deve essere una festa condivisa e vissuta”. In duplice veste di membro del direttivo e rappresentante dell’amministrazione comunale, Giovanni Battista Ronchieri ha portato il saluto del sindaco Persiani e del vice, Cella. “Questo premio è un orgoglio per la città di Massa e l’amministrazione si impegnerà nel pubblicizzare gli eventi”. Infine, Franco Tortorella, ha ricordato tre personaggi chiave nella storia del Sandomenichino: Giovanni Bugliani, Giuseppe Ronchieri e Franco Pedrinzani, presidente onorario. Il bando, che si trova sul sito sandomenichino@virgilio.it prevede sempre le sette sezioni: poesia inedita o edita, silloge inedita, libro di poesie edito, racconto breve inedito, narrativa edita e inedita, teatro edito o inedito.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

“Terra Mayday! L’arte cambierà il mondo”

La personale di Alessandro Fabbris “POST”dal 14 dicembre 2019 all’8 febbraio 2020

Related posts
Comments are closed
Call Now ButtonChiamaci
Translate »