Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news

Montignoso lavori di somma urgenza, ma senza trasparenza

735 Viewed redazione 0 respond

Opere di somma urgenza, ma l’urgenza non si vede. A sottolinearlo sono il consigliere comunale della Lega, Andrea Cella, e l’avvocata Manuela Aiazzi di Fratelli D’Italia, che hanno presentato un esposto al prefetto in merito alle “Opere di somma urgenza per messa in sicurezza e ripristino del ponte pedonale in legno sul torrente Montignoso

a servizio del percorso vita lungo argini dell’ex Lago di Porta nonché lavori di prevenzione del ponticello in legno sullo stesso torrente sito in località Bottaccio” deliberate dall’amministrazione comunale di Montignoso per un totale di spesa che si aggira attorno ai 47 mila euro.

«Perché si possa parlare di lavori di somma urgenza – si legge nell’esposto – è essenziale che l’ente dimostri che i lavori siano conseguenti ad un evento eccezionale o imprevedibile. L’eccezionalità e imprevedibilità è determinata da un caso fortuito o da forza maggiore, cioè devono essere eventi che fuoriescono dalla signoria ossia che non possono essere previsti e nemmeno prevedibili dall’agire umano per essere dominati. Nel nostro caso di specie non si può parlare di urgenza in quanto i lavori sui due ponti-passerella, si rammenti che su quello in località Bottaccio nemmeno è stato inibito il passaggio pedonale, non sono conseguenti ad un evento eccezionale o imprevedibile». Secondo i due, i lavori potevan essere preventivati ed inseriti nel piano programmatico dell’ente «con un sicuro risparmio di spesa in quanto potevano essere valutate altre offerte provenienti da altre ditte».

«Inoltre – aggiungono – la necessità di provvedere tempestivamente, stante l’urgenza, deve essere motivata (indicandone le cause) e finalizzata alla rimozione dello stato di pregiudizio alla pubblica incolumità. Ebbene in cosa si sarebbe sostanziato il pregiudizio quando sul ponte-passerella ex Lago di Porta era stato inibito il passaggio? Le cause? Il degrado?».

«l degrado può essere preventivato nel tempo se l’ente agisce con la diligenza dovuta al fine di garantire l’efficienza, efficace ed economicità. Non a caso per il ponte-passerella località Bottaccio si parla di prevenzione. Quindi la voce poteva e doveva rientrare nel bilancio preventivo. Infine evidenziamo come, con procedura in somma urgenza, non sia stato solamente rimosso lo stato di pregiudizio alla pubblica incolumità, ma effettuato un lavoro globale sull’intero ponte che ha sicuramente concorso all’incremento dei costi sostenuti. Ulteriore segno che sarebbe stato necessario una procedura di gara ad evidenza pubblica».

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.

Congresso provinciale di Forza Italia: Rita Galeazzi la nuova coordinatrice

Aggrediva e perseguitava la ex, fermato stalker

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!