Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
6:27 am - lunedì Novembre 18, 2019

Droga nelle mutande, in bocca e nella cintura: tre interventi della polizia in una settimana a Carrara

567 Viewed redazione 0 respond

Il primo è stato il nigeriano giovane nigeriano che aveva nascosto nelle mutande mezzo etto di marijuana. Gli agenti delle Volanti del commissariato di Carrara lo hanno individuato circa una settimana fa mentre si aggirava in bicicletta con fare sospetto nei pressi della stazione di Avenza e per sfuggire ai controlli aveva imboccato una strada in senso vietato.

Il secondo arresto è di pochi giorni successivi ed ha come teatro ancora la zona della stazione, particolarmente attenzionata dal locale Ufficio Controllo del Territorio. In questo caso un uomo ha nascosto la droga in bocca e ha cercato di passarla a un’amica con un bacio.

Il soggetto tratto in arresto, un uomo di 42 anni originario di Carrara, stava parlando in macchina con un’amica quando ha visto gli agenti delle Volanti del commissariato di Carrara che stavano effettuando i controlli, e come prima reazione, essendo in possesso di un involucro di marijuana del peso di due grammi e mezzo, si è infilato il pacchetto in bocca.

Poi, con gesto di mirabile coraggio e cavalleria, ha cercato di baciare con la forza la donna che era con lui per passarle il pacchetto di droga e quindi scaricare su di lei la responsabilità del possesso di stupefacente. La donna però, ha reagito ed ha spinto con violenza l’uomo contro il finestrino dell’auto.

Il gesto ha attirato l’attenzione dei poliziotti che sono subito intervenuti ed hanno intimato all’individuo di scendere dal veicolo. Preso in trappola l’uomo ha aperto la portiera dell’auto con foga colpendo alla gamba uno dei due agenti ed ha cercato di fuggire ma è stato bloccato e immobilizzato dall’altro poliziotto dopo una colluttazione dalla quale l’agente ha riportato una gomitata in faccia e la rottura degli occhiali e l’individuo è stato costretto a sputare il suo prezioso boccone.

L’uomo, un 42enne carrarese con pregiudizi di polizia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, resistenza a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere, è stato arrestato per aver opposto resistenza al compimento di un atto di ufficio da parte dei due agenti e per lesioni. E’ stato anche segnalato alla Prefettura – U.T.G. per detenzione di sostanza stupefacente destinata al consumo personale ed è attualmente agli arresti domiciliari. Il terzo arresto è arrivato grazie alla collaudata sinergia operativa tra la polizia locale e le pattuglie specialistiche del Reparto Prevenzione Crimine “Toscana” di Firenze, che vengono impiegate con cadenza settimanale in servizio continuativo di osservazione, perlustrazione e controllo dinamico di persone e veicoli in transito.

Nell’arco del servizio straordinario di controllo del territorio gli agenti hanno fermato un motociclo condotto da un 31enne carrarese risultato avere una denuncia a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo ha cercato subito di nascondere alla vista degli agenti un vistoso rigonfiamento all’altezza della cintura, ma, dopo la perquisizione personale, gli agenti hanno trovato nella cintura un astuccio in plastica contenente 17 involucri in cellophane con tenti eroina.

Gli agenti hanno poi proceduto alla perquisizione anche dell’auto e dell’abitazione del soggetto arrestato, sita a Carrara nella zona della “Fabbrica” e qui hanno rinvenuto un ovulo di eroina e nove involucri contenenti hashish per quantitativi complessivi di 16 grammi di eroina e 87 di hashish e materiale per il confezionamento quale: bilancino di precisione elettronico, sostanze da taglio, bustine e rotolo di cellophane analogo a quello degli involucri. L’uomo è stato messo ai domiciliari con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in

Ambito socio tecnologico e rivoluzione informatica

Trump: “L’Italia starebbe molto meglio senza la Ue. Ma se vogliono rimanerci…”

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!