Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
7:01 am - lunedì Novembre 18, 2019

No Gaia, la protesta continua. Mercoledì comitati in piazza

519 Viewed redazione 0 respond

“Bollette stratosferiche, depurazione inefficiente: basta con Gaia”. Scendono in piazza i cittadini massesi stanchi della gestione, e soprattutto dei costi, di Gaia Spa, il gestore idrico che da anni, ormai, vive al centro di alcune contestazioni da parte della cittadinanza. Mercoledì 30 ottobre alle 17 un corteo partirà da piazza Liberazione per chiedere “la revisione degli aumenti delle tariffe

idriche e i conguagli retroattivi” e “la revisione della tassa di depurazione: è sotto gli occhi di tutti – scrivono i manifestanti – che il servizio di depurazione del Lavello non ha funzionato o ha funzionato male inquinando”.

E aggiungono: “agli amministratori dei comuni e a tutti gli organi competenti regionali e nazionali, chiediamo di rendere trasparenti e partecipati i piani di investimento e di non impiegare i soldi pubblici in opere non sostenibili sotto il profilo ambientale, sociale ed economico”.

Per tutto questo i cittadini del Coordinamento dei comitati e delle associazioni per la depurazione e le bonifiche, dell’associazione per i diritti dei cittadini Adic Toscana, l’associazione Phoenix cinematografica, il Comitato Acqua alla gola, il Comitato salute e ambiente di Massa Carrara, il Forum Toscano dei Movimenti per l’acqua, il Movimento Consumatori Nazionale, il Movimento Consumatori Toscana, hanno chiesto ai 46 sindaci dei comuni soci di Gaia S.p.a. Una gestione completamente pubblica del servizio idrico integrato, partecipata dai cittadini, non centralizzata, ma organizzata per bacini idrografici, realizzata attraverso l’affidamento del servizio esclusivamente a enti di diritto pubblico.

Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Franco Bigini

CONFERENZA STAMPA del 26 ottobre 2019 a Villa la Rinchiostra

Ferrovia Pontremolese, De Micheli: opera di priorità nazionale

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!