Welcome to 0585news   Click to listen highlighted text! Welcome to 0585news
2:22 am - mercoledì marzo 27, 2019

Grazie a Conad del Tirreno per il soccorso in Toscana ai bimbi arriva all’OPA l’Ecmo l’ossigenazione extracorporea del sangue ed anche una skook room. Ribadita l’importanza del Servizio 118

280 Viewed redazione Commenti disabilitati su Grazie a Conad del Tirreno per il soccorso in Toscana ai bimbi arriva all’OPA l’Ecmo l’ossigenazione extracorporea del sangue ed anche una skook room. Ribadita l’importanza del Servizio 118
DSC_7672
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

285 mila euro sono stati consegnati stamani da Conad del Tirreno alla “Fondazione
Monasterio” . E’ la somma raccolta con l’iniziativa
dello scorso Natale Con tutto il cuore destinata all’acquisto di
un’apparecchiatura per l’ossigenazione extracorporea del sangue (Ecmo). All’incontro che
si è tenuto nella sala riunioni dell’Ospedale del Cuore (OPA) erano presenti il direttore
generale della Fondazione “Monasterio” Luciano Ciucci, il direttore amministrativo e
sanitario, il direttore di Anestesia e rianimazione Dott. Paolo Del Sarto, il presidente di
Conad del Tirreno Valter Geri, Andrea Musso socio e consigliere e coordinatore marketing
di Conad del Tirreno che già nel 2005 promosse in Conad la “campagna” per la
prevenzione dei “tumori femminili” a Massa-Carrara e di altri soci Conad del territorio.
All’inizio, dopo i saluti di circostanza ed i rigraziamenti vari, è stato spiegato che cosa è
L’ECMO (ExtraCorporeal Membrane Oxygenation). Si tratta -. È stato detto – è un sistema
usato per supportare in urgenza le funzioni cardiorespiratorie di pazienti molto gravi, con
l’obiettivo di prevenire un danno agli organi nobili (cervello), in attesa che il cuore e/o i
polmoni riprendano la propria funzionalità, o si adottino decisioni terapeutiche più
complesse (trapianto, cuore artificiale); si tratta di una variante dei circuiti extracorporei
utilizzati nelle sale di cardiochirurgia per gli interventi a cuore aperto. Oggi la tecnologia ha
fatto importanti passi in avanti ed un ECMO può essere impiantato anche al di fuori delle
sale di cardiochirurgia e permettere anche il trasporto del paziente durante il trattamento.
Fondamentale, anche in questo caso, è la tempistica di intervento, che deve essere
estremamente rapida (per il trasferimento rapidissimo dell’ECMO Team proprio perché
altrimenti i danni prodotti dalla patologia non sono più reversibili. L’Ecmo Team mobile
dell’Ospedale del Cuore di Massa raggiungerà in tempi brevi in tutta la Toscana (e in
prospettiva anche oltre) il piccolo paziente assicurando in loco questo trattamento
salvavita ancor prima del trasferimento all’Ospedale del Cuore. Ma oltre a questa
importante apparecchiatura stante la somma in più raccolta CONAD sarà allestita una
moderna “shock room all’interno dell’Ospedale del Cuore dotata di tutte le
apparecchiature sofisticate necessarie per un rapidissimo intervento con impianto di
ECMO per i pazienti, pediatrici e adulti che dovessero giungere in Ospedale in condizioni
gravissime, o per le emergenze e gli arresti che dovessero verificarsi nella struttura. La
shoc room , in attività 24 h per 365 giorni all’anno, vedrà la presenza di un cardio
anestesista, un cardiochirurgo pediatra, un perfusionista, un infermiere. Nella circostanza
il dottor Ciucci ha sottolineato l’importanza del Servizio di emergenza urgenza 118 con
auto medica con medico ed infermiere a bordo che già operano attivamente con l’Opa in
caso di persone colpite soprattutto da infarto e che in proposito è stato raggiunto un
accordo con il direttore della Centrale operativa 118 Alta Toscana per coinvolgere ancora
di più il 118 nel progetto ECMO . “Basiliare – ha detto – per il soccorso oltre al lavorio
svolto dalle Associazioni del settore dai medici ed anche infermieri del 118. Riprendendo
la parola annota il presidente di Conad del Tirreno Valter Geri ha sottolineato «è motivo
di orgoglio lo risposta che hanno dato i nostri clienti in Toscana perché indirizzata ad una
struttura ospedaliera che è un’eccellenza non solo nella nostra regione e perché
contribuiremo a far stare meglio tanti bambini aiutando medici e infermieri nel loro
delicato lavoro quotidiano.

Ringrazio, perciò, tutti coloro che hanno reso possibile questa donazione, segno del
profondo legame che ci lega a tanti territori e comunità toscane. Donare è un atto di civiltà
e generosità: restituire il sorriso a questi piccoli pazienti è per noi un incentivo a fare
ancora di più”. «Siamo rimasti da subito colpiti dall’entusiasmo con cui da subito Conad ha
sposato il nostro
progetto. Un entusiasmo che evidentemente Conad ha saputo trasferire a tutta
‘organizzazione e ai clienti, visti i risultati raggiunti» ha detto il direttore generale della
Fondazione “ Monasterio” Luciano Ciucci. Sempre Valter Geri ha ricordato che “ Conad
del Tirreno è una delle sette cooperative tra imprenditori dettaglianti indipendenti
associate a Conad. Opera in Toscana (compresa La Spezia), Sardegna, Lazio e ha sede
a Pistoia. Associa 213 imprenditori – di cui 122 in Toscana, e provincia di La Spezia, 38
nel Lazio e 53 in Sardegna – con 342 punti di vendita che, nel 2017, hanno sviluppato un
fatturato di 2,5 miliardi di euro. Gli occupati sono complessivamente 10 mila. Molte le
attività in campo sociale promosse e portate avanti da Conad del Tirreno e dai suoi soci
ha un posto di riguardo la solidarietà, finalizzata a sostenere in modo concreto i progetti
che più stanno a cuore alle comunità locali. Tanto che l’iniziativa Con tutto il cuore, attivata
in tutti i punti vendita di Toscana, La Spezia e provincia, Sardegna e Lazio – con un
piccolo contributo di l,50 euro di cui 0,50 destinati a sostenere progetti solidali per i tre
ospedali pediatrici di Lazio, Sardegna e Toscana, era possibile ritirare uno dei dodici
peluche Amici di Trudi – è tra quelle più apprezzate dai clienti. “ Il presidente del Conad
del Tirreno ha concluso : “si rinnova il sodalizio con tre strutture ospedaliere di eccellenza,
finalizzato all’acquisto di attrezzature medicali per la diagnosi, terapia e cura di alcune
malattie e il potenzia mento di servizi dedicati ai pazienti: oltre alla Fondazione Gabriele
“Monasterio” in Toscana, l’iniziativa riguarda il Bambino Gesù di Roma e il Centro di
cardiologia pediatrica e delle cardiopatie congenite dell’ospedale G. Brotzu in Sardegna.”
Nei vari interventi è stato ricordato che” La Fondazione Toscana “Gabriele Monasterio” è
un presidio ospedaliero di alta specializzazione in ambito cardiovascolare e
pneumologico: nei due ospedali di Massa e Pisa eroga prestazioni specialistiche pediatri
che e per adulti in cardiologia, emodinamica e cardiochirurgia, nonché – solamente per
pazienti adulti – attività di pneumologia e per il trattamento delle malattie metaboliche.
Di particolare rilievo i risultati conseguiti nel trattamento dello scompenso cardiaco congestizio e
nel trattamento chirurgico ed interventistico delle cardiopatie congenite ed acquisite, che pongono
la Fondazione tra i centri leader in Italia in termini di utilizzo di tecnologie e tecniche
particolarmente avanzate: chirurgia cardiaca “senza sangue”, che dà risposte anche a motivazioni di
carattere etico e religioso, cardiochirurgia con tecniche di “mini-invasiva”, interventistica
cardiologica strutturale ibrida, ecc. I risultati clinici sono di assoluta eccellenza, facendo della
Fondazione un riferimento ormai non solo italiano. Di rilievo le attività di innovazione e ricerca in
ambito biomedicale, svolte anche in collaborazione con il CNR, Università, partner nazionali ed
esteri.

DSC_7687DSC_7672
Nella foto 1: al centro il dr Luciano Ciucci Direttore Fondazione “Monasterio”, alla
sua dx annota il presidente di Conad del Tirreno Valter Geri; alla sua sx il dr Del Sarto; foto 2
dirigenti Conad

");
Don't miss the stories follow0585news and let's be smart!
Loading...
0/5 - 0
You need login to vote.
Filed in
Una veduta del Centro

GRUPPO SPECIALISTI VOLONTARI – MASSA “La prevenzione in….rosa!” visite ed esami gratuiti dal pool di specialisti volontari al Centro medico Ponticello il 9 marzo lo

????????????????????????????????????

Carrara, medici in allarme; Marchetti (FI) dà loro ragione «Le politiche regionali hanno impoverito il sistema allo stremo

Related posts
Comments are closed
Click to listen highlighted text!